You are currently browsing the tag archive for the ‘dialoghi filosofici’ tag.

Cari dialoganti,

riprendiamo i nostri Dialoghi filosofici giovedì 13 gennaio 2011 con un’interessante domanda “Di che cosa siamo responsabili?”

Vi a spetto giovedì

Un caro saluto

Norma

Annunci

Cari dialoganti,

pubblico una foto del nostro insolito dialogo di dicembre (ringrazio Mariella per la foto).

Tema del dialogo, condotto da Giorgio Giacometti, è stato la gola…… Dopo aver dialogato filosoficamente su questo particolare vizio, abbiamo fatto esperienza pratica gustando un ottimo cous cous, preparato da Maria Pia.

Un interessante dialogo e una piacevole serata!

Un grazie di cuore a chi ha partecipato con l’entusiasmo che caratterizza i nostri dialoghi filosofici.

Un caro saluto

Norma

Cari dialoganti,

vi ricordo i nostri prossimi appuntamenti filosofici:

Giovedì 2 dicembre, ore 21.15,  “Realizzare o realizzarsi?”

Lunedì 27 dicembre, ore 21.15, “Un dialogo….un vizio: la gola”, condurrà il dialogo Giorgio Giacometti, consulente filosofico e segretario nazionale di Phronesis.

Un caro saluto

Norma

Un dialogo un vizio

Cari dialoganti,

domani sera (ore 21.15) inizieremo a dialogare ponendoci questa domanda!!

Un caro saluto

Norma

La quarta edizione dei Dialoghi filosofici ….per non filosofi comincerà giovedì 7 ottobre con il dialogo “Filosofare: perché?” 

I dialoghi filosofici si svolgeranno, anche quest’anno, presso la Biblioteca Diocesana di Trapani “G. B. Amico” dalle ore 21.30.

Gli incontri saranno a numero chiuso, è possibile prenotarsi telefonando al numero 3294664349.

Dialoghi filosofici....per non filosofi - Quarta edizione

Carissimi dialoganti,

 anche questa nostra terza edizione di “dialoghi filosofici” è terminata: vi ringrazio tutti per la passione che dimostrate, per la vostra curiosità e per la vostra “sensibilità filosofica”!

Mi fa piacere scrivere due riflessioni che due di voi mi hanno recentemente scritto (spero si riconosceranno): 

Pensando agli anni trascorsi da quando ho iniziato a far parte del gruppo dei dialoganti, una cosa di sicuro ho potuto verificare in me: il mio cambiamento!

“Nello scorrere in lungo e largo il fiume dei  miei pensieri, ho attraversato il mio più profondo io, ho  compreso che in questi ultimi anni il mio percorso filosofico, mi ha  profondamente cambiata o per meglio dire “finalmente” mi sono ritrovata”

 E se, come abbiamo spesso detto, la filosofia insegna a fare…..ho letto con gioia queste riflessioni, e ascoltato con enorme piacere i commenti di tutti voi, durante il nostro dialogo di giugno!

 A prestissimo

Un caro saluto

 Norma

Mi hanno recentemente posto una domanda che ha fatto nascere in me dubbi e perplessità: “l’uomo contemporaneo sa ancora meravigliarsi?”. Non posso rispondere se non faccio prima un passo indietro, un passo che mi permetterà forse di dare una risposta coerente, devo prima pormi un’altra domanda: “cos’è oggi la meraviglia?” I nostri avi avevano opinioni ben precise al riguardo: c’è chi addirittura la poneva come principio del filosofare. Possiamo leggere in uno dei dialoghi di Platone “E’ proprio del filosofo essere pieno di meraviglia, né altro cominciamento ha il filosofare che questo essere pieno di meraviglia”. Essa dunque sembra occupare un posto importante per l’uomo: la meraviglia funge da motore per ogni ricerca sia rivolta a conoscere noi stessi sia rivolta a conoscere ciò che ci circonda. Mi tornano alla mente anche le parole di Aristotele: “Gli uomini, sia nel nostro tempo sia dapprincipio, hanno preso dalla meraviglia lo spunto per filosofare, poiché dapprincipio essi si stupivano dei fenomeni che erano a portata di mano e di cui essi non sapevano rendersi conto, e in un secondo momento, a poco a poco, procedendo in questo stesso modo, si trovarono di fronte a maggiori difficoltà, quali le affezioni della luna e del sole e delle stelle e l’origine dell’universo. Chi è nell’incertezza e nella meraviglia crede di essere nell’ignoranza.” Viene qui rafforzata la tesi seconda la quale l’uomo è caratterizzato da un inesauribile desiderio di conoscere, ma l’uomo, secondo me, non è solo razionalità, dunque la meraviglia potrebbe forse rappresentare il sentimento che meglio esprime questo desiderio? L’uomo, infatti, solo se urtato, meravigliato, quindi scosso da qualcosa, intraprende una ricerca per conoscersi e conoscere meglio. A questo punto il mio dubbio appare più chiaro e mi chiedo: se la meraviglia è quel motore che ci spinge verso diverse ricerche e che rappresenta un desiderio illimitato di conoscere, c’è ancora spazio per essa oggi in un mondo dove tutto appare ovvio, forse troppo scontato, dove non c’è molto spazio lasciato all’immaginazione, alla fantasia? Sappiamo ancora farci guidare dalla meraviglia, forse ancora presente nei bambini, che ci lascia a bocca aperta di fronte qualcosa che non conosciamo o che conosciamo e vediamo talvolta in modo diverso?

La filosofia insegna a fare, non a parlare
L. Anneo Seneca

3  nov 2009 Cosa vuol dire “dialogare”?

1 dic 2009 Solidarietà: un gesto d’amore o un modo d’apparire?

12 gen 2010 Sappiamo meravigliarci?

2 feb 2010 Paure: affrontarle, vincerle o…..?

2 mar 2010 La solitudine: sentirsi soli o essere soli?

6 apr 2010 Sincerità: meglio una dura verità  o  una dolce bugia?

4 mag 2010 Ti interroghi?

8 giu 2010 Cosa vuol dire “dialogare”?

Conduttrice Norma Romano
Biblioteca “G. Biagio Amico”, Seminario Vescovile di Trapani, via Cosenza 90, Erice C. S. (TP)

Gli incontri si svolgono il martedì dalle 21.30 alle 23.00 e sono a numero chiuso per garantire l’attiva partecipazione di tutti.

Informazioni e prenotazioni: tel. 329.4664349

Dialoghi filosofici…per non filosofi

Martedì 7 ottobre 2008: “I valori sono davvero cambiati?”

Martedì 4 novembre: “Essere o apparire?”

Martedì 2 dicembre: “Il limite: un muro o un confine?”

Mercoledì 7 gennaio: “La libertà: liberi di o liberi da?”

Martedì 3 febbraio: “Il rispetto: questione di bon ton o questione filosofica?”

Martedì 10 marzo: “Può esistere uguaglianza tra gli uomini?”

Martedì 7 aprile: “Parliamo di…”

Martedì 5 maggio: “Favole con… filosofia”

Tutti gli incontri si terranno presso la Biblioteca G. B. Amico, ore 21.30. Per informazioni e prenotazioni: Norma Romano – 329.4664349

Commenti recenti

Norma su Appuntamenti di aprile
Mariella su Appuntamenti di aprile
Rosaria su Appuntamenti di aprile
Ambrogio su Appuntamenti di aprile
annagiliberti su Appuntamenti di aprile

Categorie

Segui assieme ad altri 5 follower

Annunci